A tutti i Parroci e Sacerdoti

Saluzzo, 23 luglio 2020

Facendo seguito ad interlocuzione con il Ministero dell’Interno, la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana con lettera del 22 luglio 2020 (Prot. n. 290/2020) comunica quanto segue:
1) Il Comitato Tecnico-Scientifico sottolinea la vigenza attuale del DPCM del 14 luglio 2020 che disciplina la fruizione dei luoghi durante le manifestazioni in luoghi chiusi, compresa la possibilità di rimodulazione del numero massimo di persone da parte delle Regioni e delle Province autonome che possono stabilire un diverso numero massimo di persone in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi. Pertanto, nelle chiese nelle quali tale aumento non compromette il rispetto delle norme di distanziamento sociale, si potrà superare il limite delle 200 persone.
2) Si è in attesa di risposta circa le condizioni per la presenza dei cori nelle celebrazioni liturgiche.
3) Le persone dello stesso nucleo familiare possono partecipare alle celebrazioni stando nello stesso banco.
4) Non ci sono impedimenti a celebrare con dignità e sobrietà i Sacramenti, a partire da quelli dell’Iniziazione Cristiana. In particolare, si segnala, che per la celebrazione della Cresima, oltre al rispetto delle disposizioni sanitarie in vigore, in questa fase, l’unzione può essere fatta usando un batuffolo di cotone o una salvietta per ogni cresimando. La stessa attenzione è necessaria per le unzioni battesimali e quella dell’Unzione degli infermi.

Nell’auspicio di una buona accoglienza di queste nuove indicazioni, Vi saluto cordialmente.

+ Cristiano Bodo