Sarà un’estate in versione ridotta, se si può usare questo termine, per gli appuntamenti nei Santuari diocesani, così come nelle varie parrocchie della Diocesi di Saluzzo.
La attuali norme che limitano assembramenti per ragioni sanitarie, vietano di fatto i pellegrinaggi, che rappresentano per i Santuari un momento di fede per eccellenza.
Ecco i programmi nei due principali luoghi di fede diocesani.
Santuario di Valmala – Domenica scorsa c’è stata la festa dei SS. Anna e Gioacchino, giornata delle famiglie e dei nonni, con S.Messa e consacrazione alla Madonna di tutte le famiglie.
Mercoledì 5 agosto, solennità anniversario inizio apparizioni al Santuario, alle ore 10 Messa solenne con pellegrinaggio comunità di Valmala. Alle 15.30 Rosario meditato e S.Messa.
Sabato 15 agosto, solennità dell’Assunta, alle ore 10 S.Messa e alle 15.30 recita del Rosario e S.Messa.
Domenica 23 agosto, festa del ringraziamento. Alle 15.30 Rosario meditato e alle 16 S.Messa per tutti i devoti e amici del Santuario.
Ricordiamo infine gli orari di apertura estiva del Santuario di Valmala. Nei mesi di luglio e agosto: Messe festive alle ore 10 e alle 16; Messe feriali alle ore 10 e alle ore 16. Il giovedì alle ore 15 adorazione e recita del Rosario. S.Messa per i sacerdoti e le vocazioni sacerdotali e religiose. Il venerdì alle ore 15.30 Via Crucis.
«A causa dell’emergenza sanitaria, quest’estate la presenza di sacerdoti “esterni” non è purtroppo garantita nella sua continuità. Di conseguenza a volte potrebbe venir meno il “servizio confessioni” durante le celebrazioni. Si farà comunque il possibile per venire incontro ai pellegrini» spiega il Rettore del Santuario di Valmala don Federico Riba.
Santuario di Crissolo – Anche al Santuario di San Chiaffredo domenica 26 luglio si è ricordata la festa dei Santi Gioacchino e Anna, nonni di Gesù.
Mancheranno invece quest’anno i pellegrinaggi, così come ci sarà una riduzione delle funzioni per mancanza di sacerdoti.
«Quest’anno non abbiamo sollecitato i tradizionali pellegrinaggi dalle varie parrocchie che, solitamente, raggiungevano il Santuario di San Chiaffredo, in ossequio alle attuali disposizioni in materia di sicurezza e distanziamento. Si potrà privilegiare un accostamento al Santuario a livello individuale o di famiglie, sempre all’insegna della fede e della devozione a San Chiaffredo» ha spiegato il rettore del Santuario di Crissolo mons. Oreste Franco.
Purtroppo quest’anno, sempre per le solite problematiche legate al Covid-19, non sono potuti salire al Santuario di San Chiaffredo i sacerdoti egiziani che, negli ultimi anni, avevano assicurato un prezioso servizio per le celebrazioni.
«Nel mese di agosto vedremo se sarà possibile garantire una maggiore apertura del Santuario e celebrare anche qualche Messa feriale, comunque alle ore 11» aggiunge il rettore.
Pertanto nel mese di agosto saranno garantite due Messe la domenica alle ore 11 e alle ore 16. Il 7 settembre ci sarà poi la tradizionale grande festa di San Chiaffredo.
Daniele Isaia