I cori parrocchiali a Roma

.

Un grande evento è in programma nel prossimo autunno per la comunità diocesana saluzzese. Nelle giornate di martedì 13 e mercoledì 14 novembre 2018 i cori parrocchiali della Diocesi di Saluzzo saranno a Roma e canteranno alla presenza di Papa Francesco.
Per l’occasione è stato organizzato anche pellegrinaggio.
«L’Ufficio liturgico e l’Ufficio pellegrinaggi sono lieti di proporre a tutti i cori parrocchiali della nostra Diocesi questo importante pellegrinaggio. L’idea è nata da un’intuizione del Vescovo mons. Cristiano Bodo durante l’ultimo Convegno diocesano, che si è tenuto a Sanfront nel novembre scorso» spiega don Marco Tallone, direttore dell’Ufficio liturgico diocesano.
Il cuore della nostra proposta risiede nell’animazione del canto alla presenza del Papa appena prima che inizi la sua catechesi del mercoledì mattina.
«Ci è stato assicurato un settore dell’Aula Paolo VI molto vicino al palco di Papa Francesco. Questa possibilità irripetibile diventa il titolo stesso del nostro pellegrinaggio a Roma. Non capita certo molto spesso un’occasione del genere.

Marcia da Staffarda a Pra d 'Mill

.

Prima che l’estate entri nel vivo e ci disperdiamo chi tra impegni estivi, chi in vacanza, resta da vivere l’annuale Marcia dalla Abbazia di Staffarda al Monastero di Pra d’ Mill proposta dal Centro di Pastorale Giovanile e dai Monaci stessi.
Il percorso e gli orari sono gli stessi: partenza alle ore quattro del mattino del sabato 23 giugno. Lungo le strade della campagna da Staffarda si cammina verso Barge. Se qualcuno non se la sente o non può partire presto da Staffarda potrà unirsi alla Marcia proprio a partire da questa tappa che è prevista verso le ore 8.
L’arrivo al Monastero di Pra d’ Mill è previsto verso le 11 del mattino. Segue la Messa a mezzogiorno presieduta dal nostro Vescovo mons. Cristiano Bodo.

Soppressa la solennità della Chiesa Locale

.

In occasione della 71° Assemblea Generale della CEI, si è riunita il 22 maggio scorso la Conferenza Episcopale Piemontese. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, è stata discussa la proposta della Commissione liturgica regionale di sopprimere la celebrazione della “Solennità della Chiesa locale”.
La festività “Solennità della Chiesa locale” fu introdotta nel Calendario liturgico regionale nel 1977 per il desiderio di sottolineare “il legame che unisce le comunità locali con il Vescovo nell’insieme della comunità diocesana”, e nello stesso tempo “per ricordare l’anniversario della dedicazione della propria chiesa, anche se non è stata dedicata al culto con l’appropriato rito liturgico” (cf. Calendario liturgico).

ATTIVITA' ESTIVE PARROCCHIE

.

E' disponibile il Modello per l'iscrizione all'estate ragazzi e attività estive delle Parrocchie.
I parroci che ne avessero necessità lo possono scaricare dalla sezione Modulistica - Economato